Pensieri, concetti, idee

Azima Rosciano

IL PORTALE  DIVINO

 

 

«Ogni essere umano che nasce sulla terra porta con sé un Centro Integrato con l’Universo Intero.

Questo centro è una rappresentazione dell’universo riprodotto in scala ridotta nell’uomo e residente nelle pelvi.

Un essere umano appena nato è in comunione totale con questo centro.

Il suo contenuto amorfo ha in sé tutto il potenziale vitale che esiste nel cosmo e parte di questa energia cosmica infinita è Energia Sessuale.

 

Possiamo chiamarlo “Centro dell’Essere” e in tutti gli umani è presente in eguale misura e con lo stesso potenziale di crescita: sta al singolo individuo usare o meno questo potenziale.

Per questo motivo, potenzialmente tutti gli esseri viventi sono degli Esseri Illuminati; gli animali e le piante non ne possono diventarne coscienti, mentre l’uomo ha la possibilità di divenire consapevole di questo potenziale e di svilupparlo nella direzione dell’unione col divino.

La porta d’ingresso di questo centro è posta attorno all’ombelico e molti umani nei vari secoli hanno utilizzato tale portale per entrare in dimensioni non terrene.

L’uomo si è così trasformato in un essere completamente disconnesso dal Divino e dall’Amore che ogni cosa pervade.

Nell’atto sessuale, l’uomo deve scendere con la sua energia nel Centro dell’Essere, ed è per questo che vi è così tanto interesse intorno all’attività sessuale: perché nell’orgasmo la coscienza è molto vicina al primo centro, dove il nutrimento è puro e naturale.

Non è quindi veramente il sesso che attira gli umani, ma il fatto che per un attimo, attraverso l’attività sessuale, essi hanno la possibilità di tornare nel loro unico centro naturale che è il Centro dell’Essere.

In quel centro possono avere per qualche secondo un’esperienza di Beatitudine, che non è legata all’attività sessuale, come tutti credono, bensì al fatto che attraverso l’orgasmo vi è la possibilità di stimolare e quindi di ricontattare il Centro dell’Essere.

La Beatitudine è il risultato dell’Unione con l’Universo, è la sensazione di sentirsi parte integrante dell’esistenza stessa.

 

L’Angoscia e l’Ansia che tutti gli umani vivono sono invece il risultato del sentirsi disconnessi dall’Universo.     

Azima Rosciano

INTERVISTA  TV

 

 Professor Rosciano, come e perché nasce questo  libro? 

 ( UNICISMO  OMEOPATICO )

 

Le motivazioni di fondo che mi hanno spinto a scriverlo sono sostanzialmente tre. In primo luogo ho voluto riassumere e condividere la mia esperienza ambulatoriale di questi anni. Tutta la seconda parte, risultato delle mie esperienze con i pazienti, presenta infatti la raccolta di dati clinici su soggetti malati cui ho prescritto il rimedio dopo la repertorizzazione e l’attento studio del caso. 

Altra motivazione di fondo è l’esigenza di presentare e spiegare con chiarezza cosa sia l’omeopatia unicista, cioé la vera e unica omeopatia, creata da Samuel Hahnemann e proseguita da Kent, Paschero e altri grandi maestri

Negli ultimi anni, con il diffondersi dell’omeopatia, si è infatti creata anche tra gli addetti ai lavori una notevole confusione tra questa e altre metodiche terapeutiche del tutto diverse, ancorché valide, come ad esempio l’omotossicologia o la fitoterapia. Infine, ma certo non ultimo per importanza tra i motivi che mi hanno spinto a scriverlo, ho voluto dedicare questo libro al mio amato maestro, Osho Rajneesh: I 12 anni trascorsi in India con lui hanno trasformato il mio stato di coscienza permettendomi di avvicinarmi alla medicina con strumenti ben più profondi di quelli materialistici / scientifici usati dalla mente medica comune.

Condividi:

Mi piace:

Mi piace Caricamento...
Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: